Il cancro alla prostata indiscriminatamente

Tumore alla prostata: quali sono i sintomi a cui fare attenzione?

Prostatite Degen Emne

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di il cancro alla prostata indiscriminatamente o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC. Filosl'assistente virtuale è qui per te! Apri la chat! La sua lettura Ti è risultata utile? Con una piccola donazione Aimac potrà continuare ad assicurare ascolto, informazione e sostegno psicologico ai malati e ai loro familiari nel faticoso percorso di cura.

Dona ora! Chemioterapia Radioterapia Farmaci biologici e biosimilari Trattamenti non convenzionali Schede sui farmaci antitumorali. Chirurgia Adroterapia Immuno-oncologia Terapia del dolore Studi clinici e sperimentazioni. Strutture di cura Centri di radioterapia Supporto psicologico Hospice Crioconservazione del seme Centri per la preservazione della fertilità femminile Link utili.

I diritti del malato in sintesi I diritti del caregiver Domande frequenti Accertamento dell'invalidità civile Indennità di accompagnamento Permessi e congedi lavorativi Indennità di malattia Sentenze e circolari I nostri risultati. Libretto sui diritti del malato Filos, l'assistente virtuale sui diritti Quando un figlio è malato Pensione di inabilità e assegno di invalidità civile Indennità di frequenza Esenzione dal ticket Consigli al datore di lavoro Parrucche per pazienti oncologici.

Punti informativi Donne straniere e tumori. Come aiutarci Dona il 5x Per le aziende Servizio civile. Attività nel sociale Progetti Convegni Contattaci Questionari. Home Notizie Da stampa tv e web. Cancro della prostata, i dubbi sul test del PSA. New Orleans, buone notizie invece sul fronte delle terapie e delle cure "personalizzate". Con una cattiva notizia e numerose buone, la prostata è stata al centro dell'attenzione del recente incontro annuale degli oncologi americani a New Orleans terminato la scorsa settimana.

La scoperta che ha raffreddato le speranze di una prevenzione efficace, pari a quella che si realizza col pap test per il cancro del collo dell' uteroriguarda il PSAla semplice analisi del sangue che svela la presenza di un tumore maligno della prostata. Eseguire questo test a tappeto, su tutti gli uomini che hanno superato i 50 anni, ma senza sintomi particolari, non serve.

E' quanto risulta da un documento del Consiglio nazionale delle ricerche, messo a punto da un gruppo il cancro alla prostata indiscriminatamente esperti italiani, coordinati da Francesco Boccardo, condiviso dall'Associazione Italiana di Oncologia Medica AIOM che lo ha reso noto a New Orleans. Il risultato delle studio italiano contrasta con i suggerimenti degli urologi americani che invece continuano ad invitare tutti gli over 50 a sottoporsi al test del PSA. Gli unici effetti accertati sono invece una maggiore durata dei pesanti effetti collaterali delle cure e della preoccupazione il cancro alla prostata indiscriminatamente dalla consapevolezza del cancro.

Sottoponendo al PSA tutti gli il cancro alla prostata indiscriminatamente, anche senza sintomi stimolo frequente ad urinare, dolore si rischia di fare biopsie, operazioni, radioterapia, a pazienti che non andrebbero trattati". C'è solo da sperare che la ricerca scopra qualche altro indicatore del cancro della prostata più affidabile per un uso di massa.

Progressi, invece, sul fronte delle cure. Il 10 per cento dei colpiti da cancro della prostata non beneficia sin dall'inizio delle cure ormonali e il 30 di coloro che sono sensibili diventa con gli anni resistente agli ormoni. Fino ad oggi non c'era alcuna alternativa.

Al congresso sono stati presentati due studi internazionali che dimostrano come una combinazione di due farmaci a base di docetaxel, noto chemioterapico in via di approvazione per la nuova indicazione anche in Europa, prolunghi sensibilmente sopravvivenza e qualità della vita. In dirittura d'arrivo invece il primo test per determinare l'aggressività dei tumori il cancro alla prostata indiscriminatamente prostata.

Un gene che gioca un ruolo fondamentale nello sviluppo della malattia è stato individuato in Gran Bretagna. La scoperta è pubblicata su "Oncogene" online. Letto volte. Vota questo articolo 1 2 3 4 5 0 Voti. Torna in alto. Diagnosi Schede sui tumori Libretti informativi Il cancro alla prostata indiscriminatamente diagnostici Indirizzi utili.

Vivere con il tumore Diritti del malato Nutrizione Sessualità Come parlarne. Dopo il cancro Follow-up Cancro avanzato Linfedema.