Omega 3 cancro alla prostata

Omega 3

La dimensione della prostata nei maschi

Offerta Speciale! Clicca qui per i dettagli. JavaScript seems to be disabled in your browser. You must have JavaScript enabled in your browser to utilize the functionality of this website. Alcune proprietà degli Omega-3 rendono questi acidi grassi delle potenziali molecole anticancro. Non solo: queste molecole hanno tutte le carte in regola anche per riuscire a potenziare l'effetto di alcune terapie anticancro.

È infatti noto che gli Omega-3 competono con l' acido linoleicoun acido grasso Omega Quest'ultimo è un nutriente fondamentale per il cancro. Attraverso questa competizione gli Omega-3 sarebbero in grado di ridurne le quantità che la massa tumorale omega 3 cancro alla prostata dal circolo sanguigno. Ma la disputa tra Omega-3 e Omega-6 non si limita solo a questo fenomeno. Infatti i 2 omega 3 cancro alla prostata di acidi grassi competono anche a livello dell'attività di alcuni enzimi che promuovono la formazione di omega 3 cancro alla prostata che favoriscono lo sviluppo del cancro.

Inoltre gli Omega-3 rendono le cellule tumorali più sensibili all'azione dei radicali liberimolecole altamente reattive che danneggiano le strutture cellulari.

Infatti le membrane delle cellule del cancro sono più ricche di acidi grassi insaturi, raggruppamento cui appartengono anche gli Omega-3, e povere di acidi grassi saturi che al contrario rendono la membrana più rigida e meno vulnerabile.

Alcuni studi hanno dimostrato che omega 3 cancro alla prostata protettivo degli Omega-3 sul cancro dipende dal bilancio tra questi acidi grassi e gli Omega In particolare, maggiore è il rapporto di Omega-3 minore è l'incidenza del cancro.

Infatti è noto già da tempo che se cavie in cui è stato indotto artificialmente lo sviluppo di un tumore vengono alimentate con una dieta caratterizzata da alti livelli di Omega-6, ad esempio con olio di maisil loro tasso omega 3 cancro alla prostata mortalità aumenta in modo significativo. Viceversa, negli stessi animali i livelli di sopravvivenza aumentano omega 3 cancro alla prostata viene loro somministrato olio di pesce ad alto dosaggiofonte di quantità elevate di Omega Non solo: in questi animali è possibile rilevare anche una riduzione delle dimensioni della massa tumorale.

Questi dati ottenuti su animali si pongono a sostegno dell'ipotesi che gli Omega-3 possano ritardare o, addirittura, invertire lo sviluppo di diverse forme di tumore. Ma anche studi condotti sull'uomo sembrano confermare questa teoria.

Già nel i ricercatori dell'Università di Città del Capo Sudafrica avevano dimostrato che una dieta ricca di pescefonte principale di Omega-3, riduce l'insorgenza del cancro. Gli autori di questo studio hanno confrontato l'incidenza del cancro al colon tra gli abitanti di Città del Capo e i omega 3 cancro alla prostata risiedenti in villaggi situati sulla costa.

Le analisi del sangue hanno svelato che chi viveva in riva al mare era caratterizzato da livelli ematici di Omega-3 tre volte superiore rispetto agli abitanti di Città del Capo. I ricercatori hanno giustificato questa differenza con la maggiore quantità di pesce contenuto nella dieta degli abitanti delle zone costiere.

Questi omega 3 cancro alla prostata hanno, quindi, dimostrato che un adeguato rapporto tra Omega-3 e Omega-6 protegge dall'insorgenza del cancro al colon. Questi risultati non significano che gli Omega-3 possano essere considerati il rimedio definitivo nel trattamento di alcune forme di tumore.

I dati raccolti nel corso di anni di sperimentazioni suggeriscono che questi acidi grassi possono dare ottimi risultati se vengono utilizzati in combinazione con le cure tradizionali. Un esempio di questa efficacia è stata fornita dai ricercatori dell'Aston University di Birmingham Regno Unitoche hanno testato le potenzialità degli Omega-3 nel trattamento di pazienti oncologici affetti da cachessia.

Quest'ultima è una condizione di dimagrimento estremo associato a debolezza a livello fisico e psichico. Non solo: confrontando la sopravvivenza di individui affetti dalla stessa forma tumorale, in chi soffre di cachessia l'aspettativa di vita è dimezzata. Ciononostante i ricercatori britannici hanno dimostrato che la somministrazione di acido eicosapentaenoico EPAuno degli Omega-3 contenuti nell' olio di pesceè sufficiente a ridurre significativamente la perdita di peso in soli tre mesi.

Un altro esempio significativo è stato fornito dagli scienziati dell'Università dell'Iowa Iowa City, Stati Unitiche hanno analizzato l'utilità degli Omega-3 nel potenziamento della radio- e della chemioterapia. Sia le radiazioni, sia alcuni farmaci chemioterapiciuccidono le cellule omega 3 cancro alla prostata generando un'elevata quantità di radicali liberi, che danneggiano le membrane a tal punto da indurre le cellule all'autodistruzione.

Da parte loro, gli Omega-3 rendono le membrane cellulari ancora più sensibili all'azione dei radicali liberi. Questi risultati confermano precedenti osservazioni dei ricercatori dell'Allie M.

Anche in questo caso il trattamento a base di un chemioterapico, la miotomicina Cera stata aumentata dall'assunzione combinata degli Omega-3 presenti nell'olio di pesce, che amplificavano di 10 volte l'efficacia del farmaco, riducendo allo stesso tempo il tasso di crescita del tumore.

A partire dai primi studi, diverse ricerche hanno confermato l'efficacia dell'assunzione di Omega-3 nella prevenzione e nella cura di svariati tipi di tumore. Innanzitutto è stata confermata l'utilità di questi acidi grassi nel caso di cancro al colon. Uno studio dell'Università Cattolica di Roma ha dimostrato che il trattamento giornaliero con Omega-3, in particolare 4,1 grammi di EPA omega 3 cancro alla prostata 3,6 grammi di DHA, di pazienti con polipi al colon precancerosi è in grado di diminuire significativamente la proliferazione cellulare in sole 2 settimane.

Per questi motivi i ricercatori italiani sono giunti alla conclusione omega 3 cancro alla prostata l'olio di pesce rappresenta un valido aiuto per gli individui ad alto rischio di cancro al colon.

Questi risultati sono stati successivamente confermati da un gruppo di ricercatori dell'Harvard Medical School di Boston Stati Omega 3 cancro alla prostata. Anche i loro studi hanno, infatti, dimostrato che l'assunzione regolare di olio di pesce previene la comparsa di nuovi polipi pre-cancerosi senza effetti collaterali ed essendo ben tollerati dai pazienti.

Altre forme tumorali contro cui gli Omega-3 sarebbero efficaci sono il cancro alla prostata e, probabilmente, quello al seno. Ma omega 3 cancro alla prostata l'acido grasso Omega-3 è più efficace in caso di forme di cancro già diagnosticate, il lignano esercita la sua azione antitumorale bloccando omega 3 cancro alla prostata formazione di nuove neoplasie.

Uno studio del Lombardi Cancer Center di Washington Stati Uniti ha invece dimostrato che l'assunzione di Omega-3 da parte di donne incinte caratterizzate da livelli significativamente elevati di estrogeni riduce la probabilità che le loro figlie sviluppino, in età adulta, un cancro al seno. Infine, uno studio condotto all'Hôpital Bretonneau di Tours Francia ha dimostrato che in caso di tumore alla mammella i livelli di DHA presente nei tessuti adiposi è un fattore in grado di predire la sensibilità alla chemioterapia.

Un'altra interessante potenzialità degli acidi grassi Omega-3 in ambito oncologico riguarda la loro capacità di ridurre l'incidenza delle metastasi. Il passo successivo è l'attraversamento di queste membrane. Gli Omega 3 cancro alla prostata compromettono proprio la capacità delle cellule tumorali di aderire alle membrane. Questa funzione si basa sull'inibizione di alcune molecole che regolano i processi di adesione delle cellule.

E nel caso in cui le cellule tumorali riuscissero ad attaccarsi alle membrane, gli acidi grassi Omega-3 possono interferire con il passaggio successivo bloccando la produzione dell'enzima collagenasi. Questa molecola, infatti, è necessaria per dissolvere le membrane e permettere alle cellule cancerose di attraversarle. Diversi studi hanno confermato queste potenzialità. Già neluna ricerca francese condotta su pazienti affette da cancro al seno ha dimostrato che le donne in cui il tessuto adiposo associato alla mammella è povero dell'Omega-3 acido alfa-linolenico hanno una probabilità 5 volte maggiore di sviluppare delle metastasi.

Non solo: tanto più l'alimentazione è ricca di questi nutrienti, tanto minore è il volume delle eventuali metastasi che si formano negli animali. Le pazienti affette da cancro che arricchiscono le loro diete con EPA e DHA potrebbero beneficiare degli stessi effetti.

Infatti le cellule tumorali umane ricche di questi Omega-3 che si allontanano dalla massa cancerosa originale potrebbero crescere più lentamente e avere una probabilità inferiore di colonizzare altre parti dell'organismo. La dimostrazione di questa potenzialità provengono da uno studio condotto al Deaconess Hospital di Boston Stati Uniti. Secondo i dati ottenuti in questa ricerca i pazienti affetti da cancro reduci da un'operazione chirurgica all'apparato gastrointestinale si rimettono più prontamente se assumono Omega-3 con omega 3 cancro alla prostata rispetto ai pazienti trattati con le procedure postperatorie standard.

Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai lettori, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio.

È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta. Nutraceuticals S. Euro Perugia n. Omegor Newsletter ti tiene aggiornato delle utime scoperte sui benefici degli omega-3 per la salute, contiene le risposte dei nostri esperti farmacisti alle domande dei lettori e gustose offerte promozionali sui nostri prodotti.

Acconsento al trattamento dei miei dati indirizzo di posta elettronica per finalita di marketing. Questo sito utilizza dei cookie per offrirti una migliore esperienza. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo di cookie propri e di terze parti. Continua Maggiori dettagli. Skip to content Accessibility information. Chiamaci dal Lun-Ven dalle 9.

Entra Registrati Contattaci. Il mio carrello. Non ci sono articoli nel tuo carrello. Home Omega-3 per i tumori. Gli acidi grassi Omega-3 e il cancro. Le proprietà antitumorali di una dieta ricca di Omega-3 Questi dati ottenuti su animali si pongono a sostegno dell'ipotesi che gli Omega-3 possano ritardare o, addirittura, invertire lo sviluppo di diverse forme di tumore. Terapie antitumorali: Omega-3 omega 3 cancro alla prostata coadiuvanti Questi risultati non significano che gli Omega-3 possano essere considerati il rimedio definitivo nel trattamento di alcune forme di tumore.

Omega-3 e tumori al seno, al colon, alla prostata: efficacia dimostrata A partire dai primi studi, diverse ricerche hanno confermato l'efficacia dell'assunzione di Omega-3 nella prevenzione e nella cura di svariati tipi di tumore. Non solo: la terapia è risultata ben tollerabile e priva di effetti collaterali significativi. Il trattamento delle metastasi Un'altra interessante potenzialità degli acidi grassi Omega 3 cancro alla prostata in ambito oncologico riguarda la loro capacità di ridurre l'incidenza delle omega 3 cancro alla prostata.

Informazioni supplementari Informazioni di contatto Spedizioni Spedizione a temperatura controllata Pagamenti International Orders. Collegamenti veloci Condizioni di vendita Informativa sulla privacy Politica dei cookie Politica della qualità Punti fedeltà. Iscriviti a Omegor Newsletter e ricevi subito nella tua casella email. Si No Chiudi.